Rilevata acqua nella cometa interstellare 2i/Borisov

Le ultime analisi di imaging spettrali di 2I/Borisov, cometa interstellare scoperta quasi due mesi fa, hanno reso possibile la prima rilevazione di acqua in quel corpo celeste.

cometa2i-borisov

La cometa interstellare 2i/Borisov

In un articolo pubblicato da ArXiv, i ricercatori statunitensi hanno pubblicato una raccolta di immagini ad alta risoluzione in cui è possibile rilevare un marcatore chiave della presenza di acqua: emissioni di ossigeno che accompagnano le loro espulsioni di gas.
Grazie a queste osservazioni è stato possibile stabilire che la cometa rilascia trilioni di tonnellate di acqua al secondo, come indicato da IFLScience.

Osservazioni precedenti avevano rilevato la presenza di cianuro. Il rapporto tra la quantità di questo elemento e il rilascio di acqua è di circa da 3 a 9 parti per mille. Questa gamma si allontana dalla media di una “cometa tipica” e si appoggia verso una leggermente più attiva.

La cometa 2i/Borisov è stata scoperta il 30 agosto dall’astronomo russo Guennadi Borisov, utilizzando un telescopio di 0,65 metri costruito da lui stesso; è la seconda cometa interstellare mai osservata (cioè che proviene al di fuori del nostro sistema solare) dopo quella a forma di sigaro ” Oumuamua “

Lascia un commento