Posare da sè la carta da parati

La carta da parati, con le sue varianti di colori e disegni può arricchire e personalizzare l’arredamento della nostra casa. In commercio le carte da parati si trovano in bobine con larghezza di 50 o 70 cm e lunghezza di 10 metri.

Atrezzi e materiali :

carta vetrata, spatole e raschietti – stucco, fissativo, colla per parati – secchio, spugna, pennellessa – tavolo da tappezzieri, metro, taglierino – spazzola da tappezziere, piombo a filo.

Preparazione dei muri :

Per muri tappezzati occorre rimuovere la vecchia carta con un raschietto bagnandola con dello staccaparati diluito in acqua e lasciandola macerare per circa 15 minuti in modo che si sciolga la vecchia colla.
Per carte viniliche bisogna prima staccare lo strato superiore oppure raschiarla con una spazzola di acciaio prima di bagnarla.
Per muri pitturati occorre passare della carta vetrata fine per facilitare l’ancoraggio della colla mentre per muri nuovi molto assorbenti occorre dare del fissativo murale.
In tutti i casi le varie crepe, buchi e dislivelli andranno stuccati, scartavetrati e fissati

La messa in opera :

Sarà molto importante utilizzare la colla specifica per il tipo di parato ( normale, vinilica, leggera, pesante) e diluirla in modo corretto seguendo le istruzioni riportate sulla confezione.
Controllare che i numeri della partita riportati su ogni rotolo siano gli stessi per evitare cambi di tonalità e controllare anche il modo di posa del verso dei teli (se tutti un verso o incrociati alto con basso).
Prendere l’altezza dei muri e tagliare i teli in modo che siano 6 cm in più (3 cm per l’alto e 3 cm per il basso)
Cominciare dal muro adiacente ad una porta, una finestra o un angolo tracciando con la matita una linea verticale a piombo.
Collocare il tavolo da tappezziere in un punto che non intralci il lavoro (ultima parete da rivestire) e applicare la colla sul primo telo con una pennellessa in modo uniforme evitando di sporcare il tavolo.
Quando avrete spalmato la colla su circa i due terzi del telo, prendete la parte superiore e ripiegatela su se stessa cercando di far coincidere perfettamente i bordi.
Dare la colla sul rimanente telo e ripiegare; avremo 2 ripiegature, una più lunga ed una più corta (fare in modo che la più lunga sia l’alto

tavolo carta parati jpg

Salire sulla scala col telo, aprirlo dalla ripiegatura più lunga (alto) posizionarlo e attaccarlo alla parete facendolo corrispondere alla linea verticale a piombo e allo stesso tempo facendolo crescere sul soffitto (o cornice) un paio di cm.
Fare aderire bene togliendo le bolle d’aria procedendo dall’alto verso il basso e dal centro verso i bordi con l’apposita spazzola.
Spiegate la seconda parte del telo e procedere verso il pavimento come sopra.
Rifilare con un taglierino le striscie in eccesso sul soffitto e pavimento.
Procedete allo stesso modo con gli altri teli avendo cura di accostarli perfettamente

carta parati2

Quando saremo vicini ad un angolo misureremo e taglieremo una striscia da un telo in modo da terminare precisamente nell’angolo.
Pulire subito ogni residuo di colla con una spugna morbida e strizzata d’acqua pulita.
Se vi sono dei disegni si dovrà tagliare i teli man mano che si adoperano, per verificare che i disegni combacino ed eventualmente tagliare i teli più lunghi

carta parati4

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *