La costellazione dell Aquila

La costellazione dell Aquila (Aquila, Aql) è una costellazione estiva e si osserva a sud del Cigno e della Volpetta e a nord del Capricorno e del Sagittario.

immagine-costellazione-dell-aquila

vedi immagine dettagliata qui

Secondo la mitologia greca, un aquila rapì Antinoo e lo porto sull Olimpo dove divenne il servitore degli dei.

Le stelle principali della costellazione dell Aquila :

α Aquilae, o Altair ( aquila volante ) è una stella di tipo spettrale A 7 e di magnitudine 0,8, distante 16 al ; la sua temperatura superficiale è di 8600 K, la luminosità superiore di 8 volte a quella del Sole; Altair ha un moto proprio di O,658 secondi arco / anno e una velocità radiale di -26 km/s.
β Aquilae possiede anche il nome arabo di Alschain (Asta della bilancia ); la sua magnitudine è di 3,3, la distanza dalla Terra 42 al; ha tipo spettrale G8 e luminosità pari a 4 volte quella del Sole.
γ Aquilae, o Tarazet (Bilancia), dista 340 al dalla Terra. La sua magnitudine apparente è 2,8, la luminosità 760 volte quella del Sole e la temperatura superficiale 3900 K; il tipo spettrale è K 3.
ζ Aquilae o anche Deneb el Okab ( La coda dell’aquila ) è di magnitudine 3,0 e dista 86 al.
θ Aql è di mag. 3,4 , binaria spettroscopica con colore blu bianca
λ Aql di mag. 3,6 blu bianca

Fra le stelle doppie, vanno citate:

5 Aquilae (le cui componenti hanno magnitudine 5,7 e 7,3 e sono separate di 13,0 secondi arco; la distanza del sistema dalla Terra è di 230 al)
h Aquilae (mag. 5,5 e 7,1; sep. 38,4 sec. ; dist. 400 al),
57 Aquilae (5,8 e 6,5; 36,1 secondi arco; 470 al).

Stelle variabili nell Aquila sono :

η Aquilae è una variabile del tipo δ Cephei: la magnitudine oscilla fra 3,7 e 4,4 con periodo di 7,18 giorni. Ha un diametro medio pari a 55 volte quello del Sole, da cui dista 900 al.
R Aquilae è una variabile (tra 5,1 e 12,0) a lungo periodo (circa 300 giorni);
V è una variabile irregolare con intervallo di mag. 6,7  8,2, colore rosso cupo
U variabile di tipo cefeide 6,2   6,9 con periodo di 7,0238 giorni

Tra gli ammassi possiamo citare :

NGC 6709, ammasso aperto di mag. 6,70 con 40 stelle di magnitudine comprese fra 9 e 12; la sua distanza è di 2600 al. Il suo diametro apparente è di 12 primi d arco, il diametro reale di 9 al.
NGC 6738, ammasso aperto di mag. 8,00
NGC 6755 è un ammasso aperto di mag. 7,50

Di poco a Ovest di γ Aquilae si trova la nebulosa oscura dell’Aquila, suddivisa in tre parti e visibile già con un buon binocolo; questa nebulosa ha il numero di catologo Barnard 142/143.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *