Camelie : come coltivarle bene

Foto-cameliaLe Camelie sono originarie del Giappone e della Cina e sono arbusti o alberi sempreverdi. I suoi fiori sono simili a rose con colori bianchi – rossi – rosa – porpora in tinta o variegati e sfumati di colore. Le fioriture cominciano da fine inverno a inizio primavera.

Le Camelie richiedono un esposizione a mezzombra al riparo da correnti d’aria fredda e i raggi ardenti del sole. Resistono abbastanza bene al freddo ma sono sensibili al grande caldo e per questo nella stagione estiva le innaffiature devono essere frequenti e preferibilmente con acqua povera di calcare (meglio se piovana).

Il terreno deve essere ben sciolto fresco, drenato e fertile e con ph abbastanza acido pena la decolorazione fogliare. Il pH ideale è 6,5. La buca d’impianto per le piante di Camelie dovrebbe essere pari al doppio del volume del vaso o zolla, più larga che profonda. Migliorare il drenaggio ponendo uno strato di argilla espansa sul fondo della  buca (non ghiaia bianca, calcare!). Le Camelie sono molto sensibili alla siccità avendo radici poco profonde. La miglior difesa: una buona pacciamatura con uno strato di foglie o erba tagliata a seconda della stagione. Le Camelie non vanno potate salvo l’esportazione delle corolle sfiorite e i rami deboli e malformati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *