Ross 128 b: il pianeta temperato scoperto a soli 11 anni luce dalla terra

Un team internazionale di scienziati dell’Osservatorio Europeo Australe ( ESO ) ha scoperto un pianeta temperato, delle dimensioni della Terra, situato a soli undici anni luce dal sistema solare

Il pianeta, che è stato chiamato Ross 128 b , è il più vicino scoperto che orbita intorno a una stella nana rossa e con molte probabilità che soddisfi le condizioni per ospitare la vita, secondo lo studio pubblicato nel rivista “Astronomia e astrofisica”.

Il team che ha fatto la scoperta ha utilizzato il cacciatore planetario HARPS (acronimo di High Velocity Radial Velocity Planet Searcher, strumento di ricerca ad alta precisione a velocità radiale) dell’ESO, installato presso l’Osservatorio di La Silla in Cile.

Il nuovo mondo è ora il secondo pianeta temperato più vicino – dopo Next b – e sarà, secondo l’Osservatorio, un bersaglio perfetto per il telescopio dell’ESO (Extremely Large Telescope) dell’ESO, in grado di cercare biomarcatori nella sua atmosfera.

Secondo le osservazioni fatte fino ad ora, l’ esopianeta di massa bassa orbiterebbe intorno alla stella nana rossa Ross 128 ogni 9,9 giorni e dovrebbe essere temperato, con una temperatura superficiale che potrebbe essere simile a quella della Terra.

Nonostante siano le più comuni, le nane rosse sono buoni oggetti per la ricerca di pianeti extrasolari e sono uno dei più freddi e più deboli tipi di stelle dell’universo, anche se molti emettono bagliori che occasionalmente investono con radiazioni ultraviolette e fulmini a raggi x ai pianeti che li orbitano.

Sebbene sia attualmente a undici anni luce dalla Terra, si muove verso di noi e si prevede che diventerà il più vicino oggetto stellare in “soli” 79 mila anni, diventando il pianeta extrasolare più vicino.

Con i dati HARPS, il team ha scoperto che Ross 128b orbita venti volte più vicino alla sua stella rispetto alla distanza in cui la Terra lo fa dal Sole.

Nonostante questa vicinanza, riceve solo 1,38 volte più radiazioni della Terra e si stima che la sua temperatura di equilibrio sia compresa tra -60 e 20 ° C, grazie alla natura fredda e debole della sua piccola stella nana rossa, che ha poco più della metà della temperatura superficiale del sole.

Gli scienziati coinvolti in questa scoperta, guidati da Xavier Bonfils dell’Istituto di Planetologia e Astrofisica a Grenoble (Francia), sottolineano che Ross 128 b sembra essere un pianeta temperato, ma, secondo l’ESO, c’è ancora incertezza sul fatto che il pianeta si trovi all’interno, all’esterno o sulla soglia della zona abitabile, dove può esistere acqua liquida sulla superficie di un pianeta.

Gli astronomi stanno rilevando sempre più esopianeti temperati , e il prossimo passo sarà studiare più da vicino la loro atmosfera, composizione chimica alla ricerca di biomarcatori, come l’ossigeno.

La scoperta di Ross 128 b, aggiunge Nicola Astudillo-Deaufru, coautore dell’articolo scientifico che presenta la scoperta e membro dell’Osservatorio di Ginevra (Svizzera), si basa su oltre un decennio di intensi follow-up con lo strumento HARPS.

Lascia un commento