Plutone : i primi nomi ufficiali della sua geografia

L’Unione astronomica internazionale ha ufficialmente reso noto un totale di 14 nomi per ogni altopiano, altitudine o formazione geografica sulla superficie di Plutone identificati grazie allo storico flyby del luglio 2015.

plutone-nomi-zone-geografiche

I nomi approvati omaggiano la mitologia del mondo sotterraneo, le missioni spaziali pionieristiche nell’esplorazione e gli scienziati e gli ingegneri legati a Plutone e alla cintura di Kuiper,che hanno inpresso nella storia la gestione nazionale dell’aeronautica e dello spazio.

Tombaugh sarà il nome della zona a forma di cuore nel sud di Plutone, in onore del suo scopritore, l’astronomo americano Clyde Tombaugh. Un cratere porterà il nome di Venetia Burney, una studente di 11 anni che nel 1930 suggerì il nome “Plutone”, il Dio romano degli inferi,

“Apprezziamo il contributo del grande pubblico sotto forma di suggerimenti e il team di New Horizons che hanno suggerito questi nomi”, ha detto il Presidente del gruppo di lavoro dell’Unione astronomica internazionale per la nomenclatura dei sistemi planetari, Rita Schulz.

Secondo l’Agenzia spaziale americana, il gruppo ha assegnato i nomi seguendo il suggerimento originale di Venetia Burney, come molti dei luoghi su Plutone provengono dalla mitologia del mondo sotterraneo.

Tombaugh Regio, l’ astronomo che scoprì Plutone nel 1930, dall’Osservatorio Lowell in Arizona.
Burney crater in onore di Venetia Burney (1918-2009), che, quando era studente di 11 anni, ha suggerito il nome “Pluto”.
Sputnik Planitia, per il primo satellite spaziale lanciato dall’Unione Sovietica nel 1957.
Tenzing Montes e Hillary Montes, catene montuose che onorano i primi che riuscirono a raggiungere la vetta del Monte Everest.
Al-Idrisi Montes, dal geografo arabo ash-Sharif al-Idrisi.
Djanggawul Fossae, una rete di depressioni lunghe e strette : i Djanggawuls sono tre esseri della mitologia indigena australiana.
Sleipnir fossa, il nome del possente cavallo di otto zampe della mitologia norrena che ha portato il dio Odino agli inferi.
Virgil Fossae, in onore di Virgilio, poeta romano e guida fittizia di Dante all’inferno e Purgatorio nella Divina Commedia.
Adlivun Cavus, depressione profonda chiamata Adlivun, riferimento nella mitologia Inuit.
Hayabusa terra, grande massa terrestre che riceve il nome dalla nave spaziale giapponese che ha fatto il primo ritorno con campioni di asteroidi.
Voyager Terra, per le astronavi Voyager 1 e 2.
Tartarus Dorsa, una cresta, chiamata così dal pozzo più profondo e più scuro degli inferi nella mitologia greca
Elliot Crater, riconosce James Elliot, ricercatore pioniere nell’uso di occultazioni stellari per studiare il sistema solare.

Lascia un commento